• spazzacamino
assistenza camini

PULIZIA DELLA CANNA FUMARIA

La pulizia della canna fumaria è un intervento di manutenzione ordinaria che garantisce la rimozione dei detriti combusti dagli impianti fumari producendo un risparmio energetico, tiraggio, resa termica e totale sicurezza.
La pulizia della canna fumaria protegge da ritorni di fumo, intossicazioni di monossido di carbonio e previene gli incendi di fuliggine e di creosoto (catrame).
 

La pulizia si può riassumere in 5 fasi:
1. Lo spazzacamino entrato nel locale in cui si trova il generatore di calore(caminetto, stufa, caldaia ecc.) inizia a coprire con dei teli l'ambiente circostante ed a sigillare la bocca dello stesso.

Posizionata la scala, sale sul tetto a pulire con attrezzi adeguati che variano a seconda delle dimensioni e della lunghezza della canna fumaria.

Se necessario, si procede con il controllo visivo tramite l'utilizzo di una telecamera "VIDEO ISPEZIONI" per verificare lo stato di conservazione della canna fumaria.

A questo punto l'operatore rientra nel locale per raccogliere, con un'aspiratore, il materiale che era stato rimosso precedentemente, spazzolando all'interno del comignolo del vostro tetto. Il tutto senza dispersioni di polvere o fuliggine nell'ambiente.
Infine igienizza e si libera il locale.

Infine lo spazzacamino rilascia al cliente, per il controllo di canne fumarie a gas, un rapportino di verifica; mentre per i camini a legna un libretto di manutenzione, il quale attesta la data della pulizia e la garanzia sul lavoro svolto.

INTUBAZIONE DELLA CANNA FUMARIA

L' incendio di fuliggine è una delle cause più importanti degli incendi domestici.
La fuliggine ed il creosoto (catrame) sono molto infiammabili ed il loro incendio porta al deterioramento delle superfici interne della canna fumaria la quale perde di tenuta e funzionalità.
In questo caso fate eseguire una video ispezione per intubare e quindi ripristinare al più presto la funzionalità del vostro camino.

COSTRUZIONE CANNA FUMARIA

quattro canne fumarie

Costruzione di canne fumarie in rame o acciaio inox secondo la legge e le normative vigenti tenedo conto di:


• sicurezza

• efficienza

• capacità: quantità di fumi che una canna fumaria riesce a trasportare

VIDEO ISPEZIONI E CONSULENZE


La video ispezione dei camini si esegue introducendo nella canna fumaria una sonda munita di telecamera che permette di verificare e documentare lo stato delle superfici interne dei condotti.

Terminata viene rilasciata, se richiesta, la relativa registrazione e rapportino tecnico che vale come documento ufficiale.

La video ispezione serve inoltre a verificare di quale canna si tratti; le possiamo distinguere in due tipologie:

• SINGOLE O INDIVIDUALI (un solo utente)

• COLLETIVE RAMIFICATE O "SHUNT" (da due a 5 +1)

Le canne fumarie collettive ramificate (c.c.r), devono rispondere alle seguenti caratteristiche:

• Ricevere lo scarico solo di apparecchi a gas di tipo B;

• Ricevere lo scarico di un solo apparecchio per piano;

• Ricevere lo scarico di apparecchi con portate similari (non devono differire più del 30%);

• Ricevere lo scarico di massimo otto piani, mentre l'eventuale nono piano deve scaricare attraverso il condotto secondario, indipendente fino al comignolo.

ESECUZIONI PRESE D'ARIA

La combustione in carenza di ossigeno genera monossido di carbonio, gas inodore e incolore, fortemente tossico anche a basse concentrazioni.
Per questo motivo, tutti i locali contenenti apparecchi a gas a fiamma libera (fuochi di cottura e apparecchi a gas di tipo A o B) devono contenere una o più aperture di ventilazione permanenti verso l'esterno secondo le indicazioni della norma specifica di riferimento.

Definiamo:
• VENTILAZIONE: apertura per l'afflusso dell'aria necessaria alla combustione degli apparecchi a gas
• AEREAZIONE: apertura per il ricambio dell'aria necessaria sia per lo smaltimento dei prodotti della combustione, sia per evitare miscele con un tenore pericoloso di gas non combustibile.

N.B.
Per effettuare le giuste aperture di ventilazione permanenti si deve rilevare il tipo e le portate degli apparecchi a gas presenti nella stanza. Inoltre deve essere misurata la superficie netta delle aperture e verificato che esse siano libere da ostruzioni.

Distinguiamo:
• Apparecchi di tipo A: Si tratta di apparecchi di portata termica limitata, per i quali il prelievo dell'aria comburente e l'evacuazione dei prodotti della combustione avvengono nello stesso locale di installazione. Non sono previsti per il collegamento a una canna fumaria o a un dispositivo di scarico all'esterno dei prodotti della combustione.

• Apparecchi di tipo B: Gli apparecchi di tipo B, "a camera di combustione aperta". Per essi il prelievo dell'aria comburente avviene nello stesso locale d'installazione, ma l'evacuazione dei prodotti della combustione avviene all'esterno del locale stesso, mediante collegamento a camino/canna fumaria.

• Apparecchi di tipo C: Si tratta degli apparecchi cosiddetti "stagni", con circuito di combustione "a tenuta" rispetto al locale d'installazione. Per essi sia il prelievo dell'aria comburente che l'evacuazione dei prodotti della combustione avvengono direttamente all'esterno del locale, mediante appositi condotti di adduzione aria/espulsione fumi.

PULIZIA DELLA CANNA FUMARIA

Apri la vetrina

INTUBAZIONE DELLA CANNA FUMARIA

Apri la vetrina

COSTRUZIONE CANNA FUMARIA

Apri la vetrina

VIDEOISPEZIONI E CONSULENZE

Apri la vetrina
NEROFUMI di DELLE VEDOVE MATTIAS | 80, Piazzola S. Giuseppe - 36100 Vicenza (VI) - Italia | P.I. 03979190273 | Cell. +39 328 4614944   - Cell. +39 339 7495567 | info@nerofumi.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy